pH e SALUTE

Secondo la Medicina Naturale le infermita’ (malattie) sono il prodotto della combinazione di alterazioni fondamentali del pHdei liquidi del corpo ( il Terreno – i liquidi intra ed extracellulari) con la presenza contemporanea di proteine anomale e/o tossiche, virali (virus) e la proliferazione anomala di batteri per mancanza di antagonisti (alterazione della flora batterica autoctona), di conseguenza in alcune parti dell’organismo si formano acidosi ed in altre alcalosi.
Negli esseri umani, per esempio, il pH del sangue (pondus hydrogenii – pH, misura dell’acidità) deve rimanere costante attorno a pH 7.35-7,4, altrimenti la morte puo’ sopraggiungere.
Cosi come il pH dei liquidi del corpo i quali, per mantenere la buona salute, DEVONO rimanere leggermente basici !
Ricordiamo che la vecchiaia e’ il risultato anche della cronica perdita di bicarbonati nel sangue e del continuo aumento delleacidosi + intossicazioni che producono infiammazioni e quindi fenomeni di sintomi locali e/o corporei.

Ma un determinato pH ha enormi variabili di resistivita’ (ro’), misurabile in Ohm e di carica ionica, ovvero di potenziale elettronico (rH), misurabile in microVolt. Essi sono SEMPRE correlati ed interdipendenti !
Se non si tiene conto di queste variabili e’ impossibile avere un panorama chiaro, completo e descrittivo (es.:nell’esame del sangue e dei valori reali del suo pH, oppure in quello dell’urina, ecc.) della salute di un essere umano od animale:
vedi Bioelettronica + Introduzione alla Medicina Naturale

Ricordiamo che ogni variazione di pH digestivo altera gli enzimi, la flora, e la mucosa intestinale; tutto cio’ influenza non poco la salute, non soltanto a livello intestinale, ma anche a distanza, in qualsiasi parte dell’organismo.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Il Bicarbonato altera il pH ! ed il pH e’ fondamentale nel metabolismo cellulare.
La Biochimica ci insegna che determinate reazioni chimiche esigono un ambiente piu’ basico, altre meno basico !
Nessun medico e in grado di sapere quali modificazioni possano avvenire nel corso di particolari reazioni metaboliche. Affermare infatti che il fumo provochi il cancro ai polmoni e l’equivalente dell’affermare che il sapone serve per lavarsi le mani.
E’ il “come” che occorre precisare , analizzando i tipi di detersivi, o saponi vari, le reazioni chimiche che avvengono quando si usa un prodotto. Ma cio’ non basterebbe nemmeno, visto che siamo ricolmi di batteri, solo sulla cute, che ammontano a circa 150 mila per centimetro quadro) e sui quali un detergente puo’ influire positivamente, o addirittura negativamente, se induce una flogosi della cute che ne aumenta la permeabilita’ ai medesimi. Gli esempi potrebbero essere miliardi.
Conosciamo gli agenti patogeni delle svariate neoplasie maligne ? NO ! Se li conoscessimo avremmo gia’ individuato una terapia adeguata! (come avvenne con la scoperta della Penicillina).
Perche’ una cellula non riconosce piu’ il tessuto cui apparteneva ?
Perche’ diventa cancerogena ? Carenza di un enzima ? Alterazioni a livello dei mitocondri ?
Cosa non ha funzionato nella medesima per alterarla totalmente ?
L’agente etiologico e’ un virus ? E’ un batterio ? In che modo cio’ si verifica ?
Una Piorrea e indotta dallo Streptococco Piogene. Ed un Carcinoma Gastrico ?
Esiste un oncologo che sappia rispondere a tali domande? Purtroppo, no“!, ma con il tempo, ci arriveranno, comunque.
By Karman – Tratto da it.salute.

TRATTO DA MEDNAT.ORG

Chiudi il menu