NODI GEOPATOGENI (DANNOSI ALLA SALUTE UMANA) SCOPERTI DA HARTMANN, ED IL RETICOLO DI CURRY.

Scarica il corso gratuito

CORSO DI RABDOMANZIA-1 LIVELLO ULTIMO2015

In nero e azzurro sono Evidenziate le Fasce della Rete di Hartmann con i Nodi Geopatogeni evidenziati con sfere Rossi.

nodi hartmann CORSO-DI-RABDOMAZIA-COMPLETO-1-LIVELLO_36

Innanzitutto, quello che seguirà (va detto…..)

NON E’ RICONOSCIUTO DALLA SCIENZA!

Quindi, la scienza non la riconosce, ok!. Ma io preferisco vivere…. E’ un atteggiamento di sana PREVENZIONE

E’ cosa sana e giusta! Del resto, basta poco per crederci o non crederci.

Esiste un Test Molto, Molto, Molto semplice da fare su chi è (giustamente?) scettico.

Si individua un Nodo, con le corrispondenti zone positive.
si fa sedere in ZONA POSITIVA (lo scettico…) e si fa il Test Kinesiologico.
poi si fa sostare almeno un minuto (non ho detto un ora…..) solo un minuto sul NODO Geopatogeno.
Si rifà il Test Kinesiologico.
Cosa succede? Semplice è bastato un minuto per rilevare una perdita di Energia (o Forza Fisica)
Quindi, la Scienza non ci crede (o non sa come rilevarla…. perchè se la rilevasse dovrebbe PER FORZA rilevare anche le altre energie sottili, il Reiki, la Pranoterapia, la Rabdomanzia ecc.) benissimo, ma dato che dormo io sul mio Letto, se sento che effettivamente solo sostanto un minuto in perpendicolo sul Nodo, perdo energia, allora comincio a preoccuparmi di starci 8 ore tutti i giorni.
E ALLORA VEDIAMO CHE COSA E’ LA RETE DI HARTMANN:

La “Rete di Hartmann” assomiglia ad una rete dei pescatori, ma al posto delle corde ha delle linee elettromagnetiche, verticali e orizzontali, che creano su tutta la superficie della terra dei rettangoli larghi 250 cm e alti 200 cm. Siccome le linee elettromagnetiche misurano circa 21 cm di spessore nei punti dove si incontrano formano dei quadrati (20X20cm) definiti “Nodi di Hartmann”. Nella zona dove è presente un Nodo di Hartmann vi è un’intensa attività radiante che risulta negativa per la buona salute.

La scoperta di questa rete energetica risale agli anni ’50, ed è stata del tutto casuale, la dobbiamo infatti allo spostamento del letto di una signora ammalata. Questa paziente era ricoverata da tempo in ospedale, senza dar alcun segno di guarigione, fintanto che il suo letto venne spostato. Il dott. Ernst Hartmann, riscontrando un netto miglioramento nelle condizioni della paziente, iniziò una serie di ricerche e sperimentazioni che portarono alla scoperta delle rete a cui diede il suo nome.

Con le ricerche fatte si è appurato che il permanere per molto tempo in un Nodo di Hartmann non è favorevole per la salute, specialmente quando all’influenza del Nodo si sommano altre energie nocive, ad esempio un corso d’acqua sotterraneo oppure un’automobile parcheggiata nel locale sottostante.

Abbiamo avuto modo di seguire il caso di bambini di pochi mesi con seri problemi di salute, ovviamente non risolti dal medico, in quanto la culla era posizionata in modo che il loro corpicino era proprio in un Nodo di Hartmann. Vi sono anche stati casi di problemi cardiaci dovuti al fatto che il paziente dormiva con il cuore in uno di questi Nodi.

E DIAMO UNO SGUARDO ANCHE ALLA RETE DI CURRY.

È una rete, simile a quella di Hartmann, scoperta dal Dr. Curry, con maglie molto più grandi di quella di Hartmann, si parla di 4,50 m circa di lato. Le sue linee elettromagnetiche hanno uno spessore di 50 cm e formano dei Nodi i 50×50 cm.

È interessante notare che il cane “sente” la presenza delle onde energetiche negative e si sposta in un’altro luogo (generalmente con energia positiva) per dormire o riposare. Il gatto, invece, cerca i posti dove sono presenti le energie che disturberebbero sia l’uomo che il cane.

Gli animali sentono eventi ancora lontani nel tempo a un livello pre-sensoriale, in un modo che risulta impossibile per l’uomo. Più la forma di vita è elementare, più le sue capacità innate (gli istinti), compresa la Rabdomanzia, sono valide, integre e infallibili. La mente cosciente può acquisire queste capacità solo con uno sforzo perseverante e non le potrà mai utilizzare con la sicurezza propria degli animali (Ruth Borchard).

La rabdomanzia, dal greco ràbdos, bacchetta e pantéia, divinazione, è una tecnica che impiega l’uso di una bacchetta (di solito una forcella di nocciolo) allo scopo di individuare giacimenti di minerali o localizzare delle acque sotterranee.

I Cinesi la praticavano già circa duemila anni fa ed erano diventati molto esperti nelle ricerche relative al sottosuolo… Un’incisione su legno, risalente all’anno 147 prima della nostra era, raffigura un Imperatore cinese, appartenente alla dinastia Hia, con in mano un oggetto la cui forma evoca quella di un diapason. Un’iscrizione spiega, senza possibilità di equivoci, che tale strumento era usato per scopi rabdomantici e sembra che tale Imperatore sia stato uno dei più grandi idrologi dell’antichità.

Gli Etruschi godevano fama di essere ottimi conoscitori delle influenze cosmiche e telluriche, essi piantavano delle aste nel terreno per migliorare le culture o deviare i fulmini. I Romani utilizzavano delle bacchette (dette lituus) con cui le persone sensibili scoprivano falde sotterranee per l’alimentazione delle truppe. In questo modo furono scoperte (probabilmente per puro caso) un certo numero di sorgenti termali.

Dunque, evidenziate in colore Rosso, le fasce di circa 21 centimetri le quali si intersecano (alla nostra latitudine) ogni 2,50metri * 2,20 metri- Formano così un rettangolo

(mai fisso dato che il campo magnetico terrestre è in continua oscillazione).

Gli incroci delle fasce (Nord Sud) e (Est Ovest) generano un Nodo.
In presenza di Faglie sottostanti, vene di acqua, minerali, zone perturbate, magmatiche ecc. possono influenzare negativamente chi vi sosta sopra, sia quando siete sul divano alla tv, sia quando mangiate, sia quando lavorate ad un posto di lavoro fisso, ma ancor di più dove dormite.

Guardate cosa possono fare agli alberi.

Effetti visibili dei “NODI GEOPATOGENI” sulle piante
biofrequenze.it

E’ evidente come le piante si siano deformate e abbiano creato masse “come tumori” informi.

Se una “pianta” si riduce così significa che questo stress cosmo-tellurico può incidere negativamente sulle cellule viventi ed è risaputo che le piante sono dei buoni indicatori di zone sane anche per l’uomo.
Dormireste voi in una zona in cui la vegetazione cresce con fatica o con questi effetti?
Quindi oggi, diventa molto più importante vivere in zone a basso stress elettromagnetico, soprattutto perché oltre allo stress elettromagnetico naturale si è aggiunto quello artificiale prodotto dalla tecnologia. Credere a tutto è sbagliato…. non creder a niente è peggio. Questo documento vuol essere un invito ad aumentare la nostra attenzione e curiosità.

Alle affermazioni e alle domande che seguono, molto spesso, la risposta và ricercata in queste anomalie elettromagnetiche che invadono l’ambiente e che incidono misteriosamente sul comportamento di piante, animali, e persone….

ALLORA, PONITI QUESTE DOMANE…

Perché in alcune zone i frutti sono scarsi?…..
Gli alberi sono storti o presentano delle protuberanze anomale?….
Ci sono delle zone del giardino dove ogni pianta si secca….
Ci sono crepe nell’intonaco in cui non se ne capisce la ragione……
All’interno della casa le muffe prolificano inspiegabilmente…..
Mi sveglio più stanco o con più disturbi di quando sono andato a letto ….
Dopo che ho cambiato casa non dormo più…..
Preferisco dormire nel divano che a letto…..
Mi alzo spesso la notte a far pipi…..
Se cambio aria sto meglio di quando sto a casa…..
Mio figlio quando lo porto al mare o in montagna non ha più allergie…
Temporeggio prima di coricarmi…..
Di notte mio figlio nella culla piange e si sposta continuamente….
Sento come un dolore continuo e ben localizzato in questa parte del corpo….
In quel luogo non riesco a concentrarmi…..
Riesco ad avere un sonno profondo la mattina …
Fino alle tre di notte non riesco ad addormentarmi o mi sveglio continuamente….
Quando c’è luna piena non riesco a dormire….
Il cibo in quella dispensa si deteriora subito…
Il mio gatto si stiracchia e riposa sempre in quella zona ma il cane non la sopporta….
I medici non riescono a capire perché ho questo disturbo….ecc….ecc.Il Biofrequency consente di risolvere definitivamente questo problema, e non solo in un punto o luogo della tua abitazione, ma in tutti gli spazi ove ha effetto il suo funzionamento.L’effetto principale del Biofrequency è l’energizzazione e quindi la difesa delle cellule stesse alle aggressioni esterne.E’ stato comprovato anche da Specialisti del settore scientifico che pur effettuando le stesse Cure Specifiche, gli stessi Trattamenti con apposizione di strutture particolari, come Cerotti Transdemici, non riuscivano a dare a tutti i loro pazienti gli stessi benefici.Dopo Analisi e Valutazioni dei luoghi dove vivevano, hanno verificato che il problema era appunto il mangiare, riposare sul divano, o lavorare ad una scrivania, posti su di un Nodo Geopatogeno.Con il Biofrequency, tutti, hanno risolto i loro problemi.
Quindi se vuoi proteggere te stesso e i tuoi familiari da questo nemico invisibile e quindi più pericoloso, acquista anche tu un Modello Biofrequency.